Il consumo “invisibile” della tua casa che danneggia il portafoglio: ecco la soluzione!

Restando in tema di efficienza energetica, introduciamo oggi un argomento molto interessante soprattutto per i lettori attenti al risparmio in bolletta: il monitoraggio dei consumi domestici.

Un recente studio sul consumo energetico ha dimostrato come alcune cattive abitudini casalinghe, apparentemente innocue, possano costare caro alle famiglie Europee che ogni anno consumano in totale 1 miliardo di euro soltanto lasciando gli elettrodomestici in stand-by, una cifra pari al’11% di tutta l’elettricità prodotta in Europa.

A volte il consumo di energia avviene proprio quando non ce ne rendiamo conto, e se è vero che molto dipende dal fatto che ci siano ancora in commercio apparecchi non in linea con le normative europee relative allo stand-by, sicuramente buona parte deriva anche dalle nostre disattenzioni.

Per fare alcuni esempi, basti pensare che le sole console dei videogiochi comportano in stand-by uno spreco di 250€ l’anno, e che lasciare il computer sempre collegato alla presa elettrica significa sprecare ben 120€ nello stesso arco di tempo. Se a questo aggiungiamo televisori, caricabatterie, macchinette del caffè, decoder ecc, il consumo “invisibile” di energia elettrica può costare a una famiglia anche più di 400€ l’anno.

pc energy

Per rendere visibile lo spreco di energia, e per porvi anticipatamente rimedio, stanno comparendo sul mercato alcuni dispositivi e software in grado di leggere il consumo in tempo reale. Si tratta di veri e propri monitor collegabili a elettrodomestici o al contatore con una pinza amperometrica, i quali, a seconda del modello e delle funzionalità, permettono di visualizzare quanto si sta spendendo in energia in un determinato arco di tempo, spegnere definitivamente uno o più dispositivi, fissare un tetto massimo di spesa e molto altro ancora agendo tramite applicazioni per smartphone e computer.

Accanto a questi monitor, il mercato offre anche una gamma di prodotti detti “salva energia”, come ad esempio prese multiple in grado di spegnere totalmente più apparecchi contemporaneamente, o di togliere da remoto lo stand-by a dispositivi che hanno la spina in posizioni difficili da raggiungere manualmente.

I vantaggi nell’acquistare sistemi di questo tipo sono immediati. Con una piccola spesa si guadagna in consapevolezza, si impara a gestire i propri consumi e soprattutto si risparmia!

GreenTech ha deciso di cogliere al volo questa opportunità e di diventare rivenditore italiano dei sistemi di monitoraggio prodotti dall’azienda Inglese Efergy.

Avvicinatevi alle più innovative e semplici soluzioni per il risparmio energetico, visitate il nostro shop!
Troverete di certo il dispositivo più adatto alle vostre esigenze.

Voglio una casa più efficiente

Nel precedente articolo abbiamo parlato di Efficienza Energetica, oggi vogliamo fare un passo ulteriore e cercare di comprendere insieme quali possano essere gli interventi realizzabili sugli edifici residenziali.

Una casa efficiente dal punto di vista energetico è una casa che consuma meno energia, fa risparmiare sulla bolletta, è “amica” dell’ambiente e soprattutto della nostra salute e di quella dei nostri figli.

100950_g

Da diversi anni la normativa nazionale e le Direttive comunitarie cercano di promuovere interventi di efficienza energetica. In particolare, a livello europeo è stata emanata la Dir.2002/91/CE che stabilisce i criteri, le condizioni e le modalità per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici. Lo scopo è quello di favorire la diversificazione energetica, lo sviluppo, la valorizzazione e l’integrazione delle fonti rinnovabili nell’ottica di contribuire al raggiungimento degli obiettivi nazionali di limitazione delle emissioni di gas serra posti dal Protocollo di Kyoto.

Semplici interventi del sistema edificio-impianto possono ridurre i consumi energetici annui del 25-50%, diminuire il costo annuo del riscaldamento e le emissioni di CO2 di oltre il 50% con conseguente guadagno in portafoglio e salute.

Siamo arrivati al nocciolo della questione: cosa possiamo fare per la nostra casa affinché divenga energeticamente efficiente?

Ecco un elenco di possibili soluzioni a basso costo:

  • installazione di prese “intelligenti” che spengono i dispositivi e tolgono lo stand-by anche da remoto;
  • installazione di sistemi per il monitoraggio dei consumi;
  • sostituzione delle lampadine alogene con lampadine LED ad alta efficienza energetica;
  • installazione di valvole termostatiche sui termosifoni;
  • utilizzo di caldaie a condensazione;
  • contabilizzazione del calore per unità abitativa nei condomini con impianto centralizzato;
  • sostituzione del generatore di calore a combustibile.

Per capire quale sia l’intervento migliore da effettuare nella propria casa, è opportuno ricorrere ad un’analisi energetica, ossia uno studio accurato dei consumi e del livello di efficienza della propria abitazione.

In concreto, aziende come GreenTech S.r.l., nell’effettuare questo tipo di analisi rilasciano l’attestato di prestazione energetica (APE), che tiene conto del risultato di:

  • sopralluogo e rilievo delle caratteristiche tipologiche, strutturali e tecnologiche dell’edificio;
  • analisi dello stato di efficienza del sistema edificio-impianto;
  • analisi dei consumi energetici storici;
  • individuazione dei punti di inefficienza;
  • identificazione dei possibili interventi migliorativi;
  • studio tecnico-economico-finanziario degli interventi realizzabili;
  • valutazione dell’impatto ambientale;
  • elaborazione del report finale.

Attraverso il servizio di analisi sarà possibile avere un quadro completo della situazione energetica del proprio immobile, conoscere tutti i possibili interventi per ottimizzare il flusso energetico esistente, ridurre la spesa energetica annuale, avere una chiara fotografia dei costi di investimento e dei relativi rientri.

Hai mai pensato di effettuare un’analisi energetica della tua casa? Avresti mai detto che rendere la tua casa più efficiente potesse essere un buon modo per risparmiare? Immaginavi che una casa energeticamente efficiente potesse contribuire alla tua salute e quella del Pianeta?

Con l’arrivo delle feste regalati una casa efficiente e assicurati un futuro a prova di risparmio e salute!

L’Efficienza Energetica

La crescente consapevolezza dei pericoli che corre l’ambiente, congiuntamente con l’opportunità di ridurre alcune classi di costo, ha portato l’intera società a confrontarsi con un tema molto ampio e di grande rilievo: l’efficienza energetica.

Ridurre il consumo di energia e prevenirne gli sprechi sono diventati temi di grande attualità che, oltre a dare un forte impulso allo sviluppo tecnologico, stanno cambiando lentamente le abitudini dei consumatori e trovano sempre più spazio in eventi dedicati e riviste di settore. Anche l’Unione Europea si è impegnata, nel 2006, a ridurre del 20% il consumo annuo di energia primaria entro il 2020: rientrano in questo quadro le recenti norme minime di rendimento energetico e le regole in materia di etichettatura applicabili ai prodotti, ai servizi e alle infrastrutture.

Un sondaggio condotto da EMG Acqua durante lo “Smart Energy Expo” di quest’anno ha rivelato che gli Italiani stanno acquisendo sempre più consapevolezza in questo campo, probabilmente anche spinti dall’esigenza di risparmiare. Il 70% degli intervistati, infatti, era a conoscenza delle fasce orarie in cui è più conveniente utilizzare gli elettrodomestici, mentre circa la metà di loro conosceva la certificazione APE e si è dimostrata disposta ad affrontare un investimento finalizzato alla riduzione del consumo energetico della propria abitazione.

Ma cosa comporta concretamente attuare delle politiche di efficientamento energetico, anche nel proprio universo privato?

Stando al più recente report dell’International Energy Agency (IEA), l’efficienza energetica non comporta soltanto un immediato riscontro nelle bollette del singolo cittadino, ma ha effetti anche sul miglioramento del welfare, come si evince dallo schema sottostante, che vanno dallo sviluppo della microeconomia, alla crescita del PIL, alla produttività industriale.

multiple benefits

Per citare solo alcuni dei dati più significativi, basti pensare che le misure in campo edile per l’efficienza energetica introdotte in Europa hanno portato vantaggi ai conti pubblici dell’Ue per 41-55 miliardi di dollari. L’Italia dovrebbe essere particolamente attenta a questi risvolti economici, in quanto l’IEA ha calcolato che con l’efficienza energetica il Pil di ogni Paese può crescere dallo 0,25% all’1,1%, e che per ogni milione di dollari investito in questo campo si possono generare dagli 8 ai 27 posti di lavoro!

Ognuno di noi può dare una mano a preservare l’ambiente e migliorare le nostre condizioni di vita. Le soluzioni tecnologiche sono molte e ormai alla portata di tutti, basti pensare alla diffusione delle lampade LED, dei sistemi di monitoraggio per tenere sotto controllo la quantità di energia consumata nella propria casa, o ancora alle fonti alternative di approvviggionamento energetico come i pannelli fotovoltaici o i sistemi di accumulo che possono essere istallati in ogni abitazione.

Non dimentichiamoci inoltre che continuano anche nel 2015 le detrazioni IRPEF per interventi di ristrutturazione ed efficientamento energetico in abitazioni e condomini! E’ il momento giusto per investire nell’efficienza energetica e dare una mano all’ambiente, all’economia privata e anche a quella comune.